Passione, tradizione e innovazione

Un affare di famiglia

Sono oramai più di quattro generazioni che la nostra famiglia alleva bestiame. Dal bisnonno Enrico a nonno Serafino, la passione per gli animali l'abbiamo nel sangue. 

La famiglia Corradini è sempre stata una famiglia contadina e già nel secolo scorso si occupava di accudire bestiame fra cui vacche, cavalli, tori, maiali e galline. 
La stalla di famiglia si trova di fronte al Maso ed è stata costruita a metà del 1800; fino a pochi anni fa è stato lì che ci siamo presi cura dei nostri animali. Recentemente, e più precisamente nel 2016, abbiamo costruito e inaugurato una nuova stalla proprio di fronte al Maso. Qui il benessere animale la fa da padrone: la struttura è realizzata in legno alpino e le nostre vacche vengono allevate in stabulazione libera. Ciò significa che vi sono dei grandi "box", uno per le vacche da latte e uno per le manze e manzette, in cui gli animali possono muoversi liberamente, passeggiare, mangiare, bere e fare un riposino su delle cuccette appositamente costruite con una gomma "comoda" per gli animali, in modo da garantire anche a loro un meritato riposo.


All'interno della nostra stalla potete trovare:
  • le vacche da latte
  • le manze
  • le manzette 
  • vitellini e vitelline
  • i maiali
  • le galline
  • le pecore
  • le capre
  • i conigli
ed il nostro simpatico cane Lucky con i gatti Polpetta e Stich. 

Grazie al Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Provincia Autonoma di Trento è stato possibile introdurre nella nuova costruzione tecnologie all’avanguardia quali la sala di mungitura e l’auto alimentatore. Grazie a tali attrezzature è possibile agevolare il lavoro dell'operatore, mungere contemporaneamente cinque capi e provvedere alla distribuzione del mangime in maniera automatica ed individuale. Ogni mucca è infatti dotata di un trasponder, un apparecchio elettrico che consente il riconoscimento del capo, che permette di monitorarne le attività ed eventuali anomalie che possono manifestarsi nel corso della giornata.

Spesa ammessa al contributo € 42.830,45

Importo contributo (40%) € 25.605,64

Per maggiori informazioni sulle opportunità di finanziamento visitare il sito del PSR www.psr.provincia.tn.it e della Commissione europea dedicato al FEASR http://ec.europa.eu/agricolture/rural-development-2014-2020/index_it.htm.